All About Me

Josè Molina nasce a Madrid. All’età di 11 anni inizia la sua formazione in diverse scuole d’arte, ma inizia ad armeggiare con pennelli e matite già da molto piccolo. A diciotto anni comincia a lavorare nell’ambito della comunicazione visuale, dalla pubblicità, fino alla TV e multimedia senza perdere mai di vista la sua passione: il disegno e la pittura. Agli inizi del 2000 lascia una carriera professionale ben avviata per dedicarsi completamente all’arte. Dal 2000 prendono avvio le attività espositive grazie alla collaborazione con gallerie come Galleria Rubin, Ca’ di Fra, Mc2, Galleria Romberg e negli ultimi anni con la Deodato Arte. Nel 2004 viene pubblicato il suo primo libro d’artista Ojos che vince il prestigioso "Sappi Award" per il miglior prodotto editoriale, guadagnandosi un secondo posto a livello europeo., seguito nel 2011 da Sentimentos edito da Logos.

Il suo percorso è caratterizzato da una totale libertà espressiva, sia da un punto di vista delle tecniche artistiche che da un punto di vista dei temi che affronta. Per Molina l’artista è prima di tutto un uomo che vive molteplici esperienze ed è la vita stessa la sua prima fonte di ispirazione. L’arte di Molina è una inevitabile intersezione tra vita e slancio creativo. La componente tecnica è molto forte nella sua arte, quasi maniacale nei dettagli, ma non è la tecnica fine a se stessa che interessa all’artista. La tecnica per l’artista deve essere funzionale all’idea.  Ma anche che le idee senza la tecnica sono ugualmente orfane. Per questo le sue opere sfidano la fotografia eppure sono tutto tranne che realistiche, sono piuttosto cariche di un surrealismo evocativo, fantastico e spiazzante, ed è questo corto circuito visivo e piscologico che gli interessa innescare.

 

Exhibition milestones 

Molina ha esposto le sue opere in prestigiose istituzioni: Triennale, Milano; Fondazione Stelline e Fondazione Mudima, Milano; Real Academia de España, Roma; Museo Poldi Pezzoli, Milano; Reggia di Caserta; Museo Civico di Bressanone; Palazzo Ducale di Modena. Le sue opere sono state esposte a New York, Miami e Hong Kong, sia in spazi privati che in fiere d’arte.

La mia ricerca, come la vita, non può scorrere su un unico binario, né può avvitarsi su se stessa, continuando a ripetersi senza conoscere la fine.

La mia ricerca è fatta di strade, scenari, volti, miti, momenti che coesistono e che, nella diversità, si completano e si nutrono gli uni degli altri.

Per portarmi verso l’unica destinazione che mi interessa: quella che ancora non conosco.

w 6 Naufraghi_edited_edited_edited.jpg